Miscellanea, Volume 72

Front Cover
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 68 - L'i dolci detti vostri, che, quanto durerà l'uso moderno, faranno cari ancora i loro incostri ». « O frate, » disse « questi ch'io ti cerno col dito », e additò un spirto innanzi, « fu miglior fabbro del parlar materno. Versi d'amore e prose di romanzi soverchiò tutti; e lascia dir li stolti che quel di Lemosì credon ch'avanzi.
Page 182 - Or ve' mirabil mostro ! senza capo, Son poche lune, e senza petto uscito Al sol, del viver suo per pochi istanti Fece tremando e palpitando fede.
Page 135 - Lo spirito filosofico, che, quasi genio felice sorto a dominar la letteratura di questo secolo, scorre, colla facella della verità accesa nelle mani, non pur l'Inghilterra, la Francia e l'Italia, ma la Germania e le Spagne, dissipando le dense tenebre de...
Page 16 - France, qui, âgé de vingt et un ans accomplis, s'est fait inscrire sur le registre civique de son canton, qui a demeuré depuis pendant une année sur le territoire de la République, et qui paie une contribution directe, foncière ou personnelle, est citoyen français.
Page 135 - Spagne, dissipando le dense tenebre de' pregiudizi autorizzati dalla lunga età e dalle venerande barbe de' nostri maggiori, finalmente perviene a ristabilire nel loro trono il buon senso e la ragione. A lui si debbono i progressi che quasi subitamente hanno fatto per ogni dove le scienze tutte, e il grado di perfezione a cui sono arrivate le arti...
Page 11 - Cura de' ricchi Sericani : * forse Di tua mano talor tu lo pascesti De le di Tisbe e d' infelici amori Memori foglie:* oggi ti mostra quanti Nervi affatichi, allor che a te sottili E del seno e del crin prepara i veli. Ve...
Page 171 - Gì' inutil remi e chiuso al nicchio in grembo, Deluse il mar : scola al nocchier futuro ; ! Cresceva intanto di sue vote spoglie, Avanzi de la morte, il fianco al monte. Quando da lungi preparato, e ascosto A mortai sguardo, da 1' eterne stelle Sopravvenne destin ; lasciò d' Atlante, E di Tauro le spalle, e in minor regno Contrasse il mar le sue procelle e l' ire : " Col verde pian 1
Page 17 - Sonno con pigre ali, molle da l'erbe lasse conosciuto dio, s'aggira, e al giunger d'Espero rinchiude 495 con la man fresca le stillanti bocce, che aprirà ristorate il bel mattino. E chi potesse udir de...

Bibliographic information